WhatsApp
Trending

Come usare Signal, l’app concorrente di Whatsapp che tutela la tua privacy

Signal, l'app di messaggistica rivale di WhatsApp, è salita in cima alle preferenze dopo che gli utenti di WhatsApp hanno iniziato a cercare un'app alternativa. Anche il tweet del CEO di Tesla Elon Musk, che ha incoraggiato gli utenti a passare a Signal, ha dato un ulteriore boost alla sua ascesa.

WhatsApp, che ricordiamo è di proprietà di Facebook, sta modificando la sua politica sulla privacy. Per la precisione l’8 febbraio 2021 inizierà a condividere alcune informazioni sugli utenti con Facebook.

Di conseguenza, le persone si stanno riversando su un’app alternativa chiamata Signal che non raccoglie i dati. Se vuoi dargli uno sguardo, ecco cosa devi sapere e come iniziare ad usare Signal.

WhatsApp, quindi, inizierà a condividere alcune informazioni sugli utenti con Facebook, tra cui posizione, numero di telefono, nome del profilo più relativa immagine, l’ultima volta che hai effettuato l’accesso online e altro.

Il risultato? La maggior parte degli utenti WhatsApp si stanno spostando su un’altra app di testo alternativa chiamata Signal che non raccoglie alcun dato dato.

Da quando WhatsApp ha dato l’annuncio, i download giornalieri di Signal sono aumentati di 18 volte, superando rapidamente gli oltre 900.000 download giornalieri. Ciò è stato (forse) parzialmente dovuto ad un tweet dal CEO di Tesla Elon Musk, che ha cinguettato “Use Signal“.

Che cos’è Signal, l’app concorrente di WhatsApp?

che cos'è e come funziona Signal app

Signal, come WhatsApp, è un’app di messaggistica che ti consente di inviare messaggi e chiamare amici e familiari utilizzando la crittografia end-to-end.

Questo vuol dire che i tuoi messaggi godono di una protezione maggiore rispetto a quelli standard e non possono essere letti facilmente da nessuno, incluso Signal stesso.

L’app supporta i messaggi di gruppo e altre funzioni che sicuramente già usi su WhatsApp, come GIF, video e immagini. Ha anche videochiamate di gruppo crittografate.

È completamente gratuito e puoi usarlo su iPhone, smartphone Android, Mac, PC Windows e Linux.

Sicuramente a breve saranno pubblicate guide e tutorial per sfruttare al 100% ogni funzionalità di Signal. Ad esempio quando è stato scoperto un modo per cancellare i messaggi su WhatsApp anche dopo il limite concesso dall’applicazione.

Da segnalare che Signal non è una grossa azienda tecnologica che non cerca di trarre un qualche tipo di guadagno dalle tue informazioni.

È un’organizzazione non profit registrata e per funzionare si affida alle donazioni. L’app non raccoglie le tue informazioni private e non contiene annunci pubblicitari.

Signal: come si usa quest’app di messaggistica?

  • Scarica Signal per iPhone o Android.
  • Inserisci il tuo numero di telefono. Ora Signal ti invierà un messaggio di testo e verificare che sei effettivamente tu l’utilizzatore dell’app.
  • Inserisci il codice che hai ricevuto tramite SMS.
  • Inserisci un’immagine di profilo seguita dal tuo nome e cognome.
  • Subito dopo ti verrà chiesto di creare un PIN (numerico o alfanumerico).
  • Ora ti trovi nella schermata iniziale dell’app.
  • Tocca l’icona della matita in alto a destra per creare un messaggio.
  • Puoi iniziare a inviare messaggi a persone che stanno già utilizzando Signal. Altrimenti clicca su “Invita i tuoi amici su Signal” se vedi che ancora pochi contatti utilizzano l’app. In questo caso potrai inviare un messaggio di posta elettronica o un messaggio di testo ad amici e familiari con un link per scaricare l’app.
  • Una volta che si sono aggiunti anche loro, puoi avviare le chat utilizzando la stessa icona a forma di matita o creare gruppi, proprio come faresti su WhatsApp. Vedrai anche conferme di lettura, link per inviare messaggi audio, adesivi, foto e altro ancora.

Questo è tutto! Ora sei attivo e pronto ad utilizzare Signal. Se vuoi sostituirlo a WhatsApp, puoi eliminare le tue chat WhatsApp cliccando in alto a sinistra su “Modifica” nella pagina della chat.

Seleziona i tuoi messaggi e quindi seleziona “Elimina”. Altrimenti fai un backup completo (casomai nel Cloud) e poi disinstalla WhatsApp.

L'hai trovato interessante? 👇
Rating: 17.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Giorgio Perillo - Giornalista & SEO

Giornalista pubblicista. Laurea in Giurisprudenza e Master in Comunicazione e Lobbying nelle Relazioni Internazionali. WordPress Specialist, SEO Expert e Digital Marketing Consultant. Fondatore di Mente Informatica.
Back to top button
×

La tua privacy è importante

Mente Informatica utilizza i cookie e raccoglie informazioni sulla tua visita per migliorare il nostro sito (attraverso strumenti di analisi), mostrarti contenuti dei social media e annunci pertinenti. Consulta la nostra pagina per ulteriori dettagli o accetta i cookie facendo clic sul pulsante "Accetta"

Impostazioni cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai click sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per confermare e applicare la scelta.

FunzionaliUtilizziamo cookie funzionali. Sono necessari per il corretto funzionamento del nostro sito web.

AnalisiQuesto sito utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro portale e ottimizzarlo ai fini di una migliore user experience.

Social mediaIl sito inserisce cookie dei social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e Facebook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AdvertisingIl sito inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltriIl sito inserisce cookie da altri servizi di terze parti che non rientrano tra quelli di analisi, social media o pubblicitari.