Computer

Risparmiare sulle stampe: cartucce compatibili o rigenerate?

La stampante, si sa, è uno degli elementi hardware più importanti, sia a livello domestico che in uffici e contesti aziendali.

Affinché una stampante possa adempiere al meglio alla sua funzione, ovviamente, è necessario utilizzare cartucce e toner, ovvero i consumabili che forniscono al dispositivo l’inchiostro indispensabile per la realizzazione delle stampe.

Ma quali sono le alternative per quel che riguarda l’acquisto di questi elementi?

 

L’acquisto di cartucce originali

La soluzione più nota è quella di acquistare delle cartucce originali, nel caso in cui, dunque, si disponga di una stampante Samsung, nei negozi specializzati o anche negli e-commerce, come www.lamiastampante.it, si ricercheranno i modelli di questo brand.

Chiaramente le varie case produttrici propongono sul mercato cartucce e toner da impiegare presso le proprie stampanti, sarebbe dunque impensabile immaginare di utilizzare, su una stampante Samsung, delle cartucce di un brand concorrente come può ad esempio essere Canon.

 

Le soluzioni che consentono di risparmiare

Le cartucce originali sono dunque la sola opzione possibile? La risposta è no: in commercio vi sono anche delle proposte “cheap”, dunque più economiche.

Per un normale uso domestico il risparmio non è molto alto, ma se si utilizza la stampante in modo notevole, o magari in contesti aziendali in cui l’uso di questo device è massiccio, far ricorso a soluzioni più economiche può effettivamente ridurre le spese in modo consistente in un’ottica di lungo periodo.

La alternative alle cartucce originali sono dunque due: cartucce compatibili e cartucce rigenerate, scopriamo di cosa si tratta.

 

Cosa sono le cartucce compatibili

Le cartucce compatibili sono delle cartucce che alcune aziende scelgono di produrre affinché possano essere utilizzate nelle stampanti di altri brand: se è comprensibile il fatto che ogni brand commercializzi solo cartucce e toner per i propri dispositivi, nulla vieta ad altre società di immettere sul mercato articoli con caratteristiche tecniche tali da poter essere utilizzate sulle medesime stampanti.

Non si tratta, si badi bene, di una pratica scorretta dal punto di vista commerciale: cartucce e toner compatibili sono regolarmente presentate in quanto tali, non come prodotti originali, e queste dinamiche si verificano anche per quel che riguarda altri articoli tecnologici, si pensi ad esempio alle macchinette da caffè.

 

Cartucce rigenerate: cosa sono?

Le cartucce rigenerate, a differenza delle cartucce compatibili, non sono delle cartucce nuove: si tratta infatti di elementi già utilizzati ed esausti i quali sono stati sottoposti ad uno specifico processo di ricarica che consente di renderli riutilizzabili.

Quello in questione è, dunque, un vero e proprio processo di recupero che può sicuramente ridurre i costi.

 

Cartucce compatibili o rigenerate?

Se si vogliono evitare le cartucce originali per poter risparmiare è preferibile optare per cartucce compatibili o rigenerate?

Bisogna premettere anzitutto che il livello di qualità garantito dalle cartucce originali è sicuramente massimo, allo stesso tempo l’efficacia della singola cartuccia, compatibile o rigenerata che sia, andrebbe valutata singolarmente.

Secondo i pareri dei consumatori, tuttavia, sembra che le cartucce compatibili riescano in genere ad offrire dei livelli qualitativi più elevati, e la cosa non stupisce, trattandosi comunque di cartucce nuove.

Il costo delle cartucce rigenerate tende ad essere più basso, tuttavia la qualità delle stampe sembra essere migliore utilizzando cartucce compatibili, salvo ovviamente delle eccezioni.

No votes yet.
Please wait...

Giorgio Perillo - Giornalista & Digital Marketer

Giornalista pubblicista. Laurea in Giurisprudenza e Master in Comunicazione e Lobbying nelle Relazioni Internazionali. WordPress Specialist, SEO Expert e Digital Marketing Consultant. Fondatore di Mente Informatica.
Back to top button
Close