Sicurezza

Come riconoscere una violazione dei dati: i segnali cui bisogna fare caso e come difendersi

Le violazioni di dati sono una minaccia reale che colpisce innumerevoli organizzazioni in tutti i settori e in tutte le aree geografiche. Per avere un’idea di quanto siano diffuse e delle loro dimensioni, date un’occhiata all’infografica interattiva pubblicata dal sito “Information is Beautiful”, cliccando su questo link: World’s largest data breaches.

Sono tante le aziende che di recente sono state vittime di violazioni di dati. Tra queste spiccano l’istituto di assicurazione sanitaria americano Anthem, e-Bay e il ben noto caso Ashley Medison, che hanno perso rispettivamente i dati di 80, 145 e 37 milioni di clienti. Ma non sono solo le grandi aziende a essere in pericolo, anche le piccole e medie imprese non possono dirsi al sicuro, e rischiano in proposito sanzioni finanziari e danni in termini di credibilità e vantaggio competitivo sui concorrenti.

Proteggere e preparare il vostro business contro la violazione di dati è di vitale importanza, ma di pari rilevanza è anche la capacità di riconoscere quando la violazione ha luogo. Identificando velocemente una violazione di dati, potrete intraprendere azioni tempestive per limitarne l’impatto ed evitare che una situazione dannosa diventi un disastro di proporzioni gigantesche. Quindi, come si fa a riconoscere una violazione di dati?

Riconoscere i segnali

Prestare attenzione a ciò che è sconosciuto e inaspettato

Tutti i professionisti del settore informatico dovrebbero conoscere i propri sistemi e le proprie reti nei minimi dettagli, in modo tale che qualora si verifichi un evento inaspettato o anomalo, lo si possa analizzare immediatamente.

Malfunzionamenti inaspettati

Se i vostri software, generalmente stabili, iniziano a non funzionare bene o a dare segnali anomali, dovreste subito scoprirne il motivo e mettere in pratica le strategie anti violazione. Potrebbero, infatti, essere colpiti soprattutto i software che gestiscono comunicazioni o dati protetti, antivirus e programmi di sicurezza. Agendo con tempestività, è possibile evitare eventuali furti successivi di dati.

Attività di stampa sospette

Nonostante viviamo in un mondo digitale, la violazione di dati può avvenire anche con metodi più tradizionali, come ad esempio la stampa su carta. È importante avere un sistema che controlli e tenga traccia di chi stampa cosa all’interno della vostra rete, e se individuate una stampa ingiustificata o non programmata di documenti o dati sensibili, dovreste mettervi subito in allerta.

Interruzione del sito web                 

Secondo Tech Crunch, le “distrazioni, come gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service), aiutano gli hacker ad entrare all’interno di una rete, attraverso malware o credenziali rubate”. Le aziende dovrebbero essere ancora più attente quando si trovano di fronte a questi tipi di attacchi che mettono KO i loro siti web, perché potrebbero essere solo la prima fase di un attacco coordinato su un server in possesso di dati.

Accessi non riusciti e blocco degli account

Mentre alcuni attacchi cibernetici si affidano a metodi sofisticati per eludere i servizi di sicurezza e accedere ai dati, altri provano ad autenticarsi agli account di utenti sensibili. Spesso gli accessi non riusciti sono il risultato di errori di digitazione o di password dimenticate dei dipendenti ma potrebbero essere anche il segnale del tentativo di accessi non autorizzati. Dovreste prestare attenzione quando sbloccate un account che è stato arrestato a causa di accessi falliti e, assicurarvi di avere sistema solido in grado di verificare che l’utente sia davvero chi dice di essere.

Dopo alcune indagini, molti di questi segnali di pericolo potrebbero rivelarsi del tutto innocui, ma quando è in gioco la sicurezza dei dati è molto meglio prevenire che curare.

Articolo sponsorizzato da Nuance Communications:

Nuance Communications, Inc. (NASDAQ: NUAN) è il fornitore leader di soluzioni vocali e di digitalizzazione in tutto il mondo. Le sue tecnologie, applicazioni e servizi migliorano la vita delle persone, trasformando la modalità di interazione delle persone con dispositivi e sistemi. Ogni giorno, milioni di utenti e migliaia di aziende utilizzano le tecnologie fornite da Nuance. Per maggiori informazioni visita: http://italy.nuance.com/

L'hai trovato interessante? 👇
No votes yet.
Please wait...

Giorgio Perillo - Giornalista & SEO

Giornalista pubblicista. Laurea in Giurisprudenza e Master in Comunicazione e Lobbying nelle Relazioni Internazionali. WordPress Specialist, SEO Expert e Digital Marketing Consultant. Fondatore di Mente Informatica.
Back to top button
×

La tua privacy è importante

Mente Informatica utilizza i cookie e raccoglie informazioni sulla tua visita per migliorare il nostro sito (attraverso strumenti di analisi), mostrarti contenuti dei social media e annunci pertinenti. Consulta la nostra pagina per ulteriori dettagli o accetta i cookie facendo clic sul pulsante "Accetta"

Impostazioni cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai click sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per confermare e applicare la scelta.

FunzionaliUtilizziamo cookie funzionali. Sono necessari per il corretto funzionamento del nostro sito web.

AnalisiQuesto sito utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro portale e ottimizzarlo ai fini di una migliore user experience.

Social mediaIl sito inserisce cookie dei social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e Facebook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AdvertisingIl sito inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltriIl sito inserisce cookie da altri servizi di terze parti che non rientrano tra quelli di analisi, social media o pubblicitari.