Tiger Shop è una realtà leader nel panorama italiano della telefonia e dell’elettronica. Un e-commerce in grande crescita che ha saputo affermarsi in breve tempo sul mercato nazionale grazie a prezzi molto bassi e ad un vasto assortimento di prodotti.
Computer OpenOffice: ecco l'alternativa al celebre Microsoft Office!

OpenOffice: ecco l’alternativa [GRATUITA] al celebre Microsoft Office!

OpenOffice: ecco l’alternativa [GRATUITA] al celebre Microsoft Office!

OpenOffice: ecco l’alternativa [GRATUITA] al celebre Microsoft Office!

OpenOffice: ecco l’alternativa [GRATUITA] al celebre Microsoft Office!

8,270FansMi piace
Scontato!
AirPods Apple con custodia di ricarica (seconda generazione)
Si accendono automaticamente e si collegano all'istante; Si configurano facilmente con tutti i tuoi dispositivi apple2
179,00 EUR −64,61 EUR 114,39 EUR

In questo articolo scoprirai la migliore alternativa a Microsoft Office: sto parlando di Open Office. Non devi spendere centinaia di euro, è gratuito!

In questo articolo scoprirai la migliore alternativa a Microsoft Office: sto parlando di Open Office. Non devi spendere centinaia di euro, è gratuito!

In questo articolo scoprirai la migliore alternativa a Microsoft Office: sto parlando di Open Office. Non devi spendere centinaia di euro, è gratuito!

In questo articolo scoprirai la migliore alternativa a Microsoft Office: sto parlando di Open Office. Non devi spendere centinaia di euro, è gratuito!

Computer OpenOffice: ecco l'alternativa al celebre Microsoft Office!

OpenOffice: ecco l’alternativa [GRATUITA] al celebre Microsoft Office!

OpenOffice: ecco l’alternativa [GRATUITA] al celebre Microsoft Office!

15 gadget Hi-Tech da portare in viaggio!

Scontato!
AirPods Apple con custodia di ricarica (seconda generazione)
Si accendono automaticamente e si collegano all'istante; Si configurano facilmente con tutti i tuoi dispositivi apple2
179,00 EUR −64,61 EUR 114,39 EUR

In questo articolo scoprirai la migliore alternativa a Microsoft Office: sto parlando di Open Office. Non devi spendere centinaia di euro, è gratuito!

Quante volte abbiamo il bisogno di scrivere documenti di lavoro, lettere personali, fogli di calcoli per aziende e imprese, una semplice lista oppure qualche articolo e via dicendo… Quale software utilizzereste?

Domanda quasi scontata: Microsoft Office! La suite più conosciuta al mondo costituita da Word, Excel, PowerPoint, Outlook e OneNote. Il problema, invece, che accomuna tutti?? Il prezzo!

Si può arrivare a spendere più di 500€ per il pacchetto completo su Windows e 270€ per la versione Mac.

Come fare quindi se non si dispone di credito sufficiente? Ecco la soluzione: Apache OpenOffice! Il cui utilizzo è libero in quanto software open source.

Ad essere sincero, la prima volta che ebbi a che fare con questo software non rimasi proprio entusiasta. Certo, il punto di forza era l’essere un prodotto gratuito, ma l’interfaccia grafica non era soddisfacente e la lentezza era impressionante.

Il progetto, però, si è evoluto molto in questi anni fino a diventare un prodotto che, secondo la mia personalissima esperienza, ha raggiunto un ottimo grado di maturità; tanto da potersi davvero porre come una valida alternativa al più blasonato Microsoft Office.

Basti pensare, ad esempio, alla ottima compatibilità con i files Office (con le ben note estensioni doc, xls, ppt, docx, ecc.) e alla sua disponibilità in svariate lingue (italiano compreso).

C’E’ UN TRUCCO?

Normalmente quando si ha a che fare con prodotti gratuiti ci si “rassegna” sempre al “vabbè, per quello che NON hai pagato non è che puoi pretendere l’impossibile!”. Non è questo il caso di OpenOffice.

I suoi moduli di word processing, il foglio di calcolo, il database, la presentazione, il disegno vettoriale, la composizione di Html, e il disegno di equazioni sono perfettamente competitivi con quelli di Office e certe volte anche meglio.

Con questo software sarete in grado di aprire davvero qualunque tipo di file prodotto su Windows senza neanche avere problemi di conversione nel passaggio a Mac.

INSTALLAZIONE

Ma passiamo al concreto! L’installazione è davvero rapida e indolore, basta collegarsi al sito ufficiale del progetto:

http://www.openoffice.org/it/download/ e scaricare il file sul proprio PC / Mac.

Tutto il resto è una procedura guidata in cui bisognerà inserire solo il -nome utente- e dopo pochi minuti vi troverete con la sua icona blu e bianca sul desktop.
Cliccandoci sopra apparirà una finestra in cui potremo scegliere di creare:

  • Un Documento di testo
  • Un Foglio elettronico
  • Un Disegno
  • Un Database
  • Una Formula
  • Una Presentazione

Da non sottovalutare la possibilità di esportare i documenti in formato PDF. L’utilizzo di OpenOffice è liberamente e legalmente utilizzabile in qualunque contesto: pubblico, professionale ed aziendale.

Recensire ogni singolo programma della suite è impossibile in questa sede, proprio grazie alla loro completezza e versatilità. È, in ogni caso, possibile trovare delle ottime guide sul loro utilizzo direttamente sul sito ufficiale.

Ed infine ecco i requisiti minimi richiesti per poter girare correttamente:

Microsoft Windows

  • Windows 2000 (Service Pack 2 o superiore), Windows XP, Windows 2003, Windows Vista, Windows 7
  • 256 Mbytes RAM (512 MB RAM consigliati)
  • Almeno 650 Mbytes di spazio libero su disco per un’installazione normale (comprensiva di JRE) tramite download. Dopo l’installazione e la rimozione dei file temporanei di installazione, OpenOffice.org occuperà circa 440 Mbytes.
  • Risoluzione 1024 x 768 punti o superiore con almeno 256 colori

GNU/Linux (“Linux”)

  • Linux kernel 2.4 o superiore, glibc2 versione 2.3.2 o superiore
  • 256 Mbytes RAM (512 MB consigliati)
  • 400 Mbytes di spazio libero su disco
  • Server X con risoluzione 1024 x 768 punti o superiore con almeno 256 colori

Mac OS X

  • Mac OS X 10.4 (Tiger) o superiore
  • Processore Intel
  • 512 Mbytes RAM
  • 400 Mbytes di spazio libero su disco
  • Risoluzione 1024 x 768 punti o superiore con almeno 16M colori

Qualcuno, quando si parla di open source, teme che all’improvviso possa scomparire tutto. Non è proprio il caso di OpenOffice. La sua organizzazione è sicuramente volontaria, ma si basa sul lavoro di centinaia di persone e su attrezzature di livello professionale.

Il progetto inoltre è attivo da molti anni e, in tutta sincerità, se c’è un bug critico da sistemare, è molto facile che venga risolto molto più in fretta sulla sua suite di quanto Microsoft farebbe su Office.

Quindi, se qualcuno avesse avuto dei dubbi, non temete! Scaricate con tranquillità e iniziate a lavorare, divertirvi, svagarvi e produrre… senza spendere un euro!

By Giorgio Perillo

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...
Giorgio Perillo - Giornalista & Digital Marketerhttps://www.menteinformatica.it/
Giornalista pubblicista. Laurea in Giurisprudenza e Master in Comunicazione e Lobbying nelle Relazioni Internazionali. WordPress Specialist, SEO Expert e Digital Marketing Consultant. Fondatore di Mente Informatica.
Giorgio Perillo - Giornalista & Digital Marketerhttps://www.menteinformatica.it/
Giornalista pubblicista. Laurea in Giurisprudenza e Master in Comunicazione e Lobbying nelle Relazioni Internazionali. WordPress Specialist, SEO Expert e Digital Marketing Consultant. Fondatore di Mente Informatica.

Da non perdere

Scegli le migliori chiavette USB in commercio: le più affidabili e con il miglior rapporto qualità-prezzo

Lo scopo di questa classifica è di selezionare per te la migliore chiavetta USB 3.0 che ti soddisfi maggiormente...

Le 3 migliori (e più economiche) alternative agli auricolari AirPods di Apple

Perchè dovresti cercare delle cuffie alternative agli auricolari AirPods di Apple? Andiamo con ordine. Da quando nel...

Classifica dei 9 migliori tablet in commercio: guida all’acquisto in base al budget

Il mercato dei tablet si è arrestato molto nell’ultimo anno, ma, recentemente, sono stati comunque lanciati alcuni...

I migliori 20 caricabatterie portatili perfetti per smartphone, tablet e laptop

Diciamoci la verità, chi non desidera migliorare la durata della batteria del proprio smartphone o tablet? Finchè...

Quante volte abbiamo il bisogno di scrivere documenti di lavoro, lettere personali, fogli di calcoli per aziende e imprese, una semplice lista oppure qualche articolo e via dicendo… Quale software utilizzereste?

Domanda quasi scontata: Microsoft Office! La suite più conosciuta al mondo costituita da Word, Excel, PowerPoint, Outlook e OneNote. Il problema, invece, che accomuna tutti?? Il prezzo!

Si può arrivare a spendere più di 500€ per il pacchetto completo su Windows e 270€ per la versione Mac.

Come fare quindi se non si dispone di credito sufficiente? Ecco la soluzione: Apache OpenOffice! Il cui utilizzo è libero in quanto software open source.

Ad essere sincero, la prima volta che ebbi a che fare con questo software non rimasi proprio entusiasta. Certo, il punto di forza era l’essere un prodotto gratuito, ma l’interfaccia grafica non era soddisfacente e la lentezza era impressionante.

Il progetto, però, si è evoluto molto in questi anni fino a diventare un prodotto che, secondo la mia personalissima esperienza, ha raggiunto un ottimo grado di maturità; tanto da potersi davvero porre come una valida alternativa al più blasonato Microsoft Office.

Basti pensare, ad esempio, alla ottima compatibilità con i files Office (con le ben note estensioni doc, xls, ppt, docx, ecc.) e alla sua disponibilità in svariate lingue (italiano compreso).

C’E’ UN TRUCCO?

Normalmente quando si ha a che fare con prodotti gratuiti ci si “rassegna” sempre al “vabbè, per quello che NON hai pagato non è che puoi pretendere l’impossibile!”. Non è questo il caso di OpenOffice.

I suoi moduli di word processing, il foglio di calcolo, il database, la presentazione, il disegno vettoriale, la composizione di Html, e il disegno di equazioni sono perfettamente competitivi con quelli di Office e certe volte anche meglio.

Con questo software sarete in grado di aprire davvero qualunque tipo di file prodotto su Windows senza neanche avere problemi di conversione nel passaggio a Mac.

INSTALLAZIONE

Ma passiamo al concreto! L’installazione è davvero rapida e indolore, basta collegarsi al sito ufficiale del progetto:

http://www.openoffice.org/it/download/ e scaricare il file sul proprio PC / Mac.

Tutto il resto è una procedura guidata in cui bisognerà inserire solo il -nome utente- e dopo pochi minuti vi troverete con la sua icona blu e bianca sul desktop.
Cliccandoci sopra apparirà una finestra in cui potremo scegliere di creare:

  • Un Documento di testo
  • Un Foglio elettronico
  • Un Disegno
  • Un Database
  • Una Formula
  • Una Presentazione

Da non sottovalutare la possibilità di esportare i documenti in formato PDF. L’utilizzo di OpenOffice è liberamente e legalmente utilizzabile in qualunque contesto: pubblico, professionale ed aziendale.

Recensire ogni singolo programma della suite è impossibile in questa sede, proprio grazie alla loro completezza e versatilità. È, in ogni caso, possibile trovare delle ottime guide sul loro utilizzo direttamente sul sito ufficiale.

Ed infine ecco i requisiti minimi richiesti per poter girare correttamente:

Microsoft Windows

  • Windows 2000 (Service Pack 2 o superiore), Windows XP, Windows 2003, Windows Vista, Windows 7
  • 256 Mbytes RAM (512 MB RAM consigliati)
  • Almeno 650 Mbytes di spazio libero su disco per un’installazione normale (comprensiva di JRE) tramite download. Dopo l’installazione e la rimozione dei file temporanei di installazione, OpenOffice.org occuperà circa 440 Mbytes.
  • Risoluzione 1024 x 768 punti o superiore con almeno 256 colori

GNU/Linux (“Linux”)

  • Linux kernel 2.4 o superiore, glibc2 versione 2.3.2 o superiore
  • 256 Mbytes RAM (512 MB consigliati)
  • 400 Mbytes di spazio libero su disco
  • Server X con risoluzione 1024 x 768 punti o superiore con almeno 256 colori

Mac OS X

  • Mac OS X 10.4 (Tiger) o superiore
  • Processore Intel
  • 512 Mbytes RAM
  • 400 Mbytes di spazio libero su disco
  • Risoluzione 1024 x 768 punti o superiore con almeno 16M colori

Qualcuno, quando si parla di open source, teme che all’improvviso possa scomparire tutto. Non è proprio il caso di OpenOffice. La sua organizzazione è sicuramente volontaria, ma si basa sul lavoro di centinaia di persone e su attrezzature di livello professionale.

Il progetto inoltre è attivo da molti anni e, in tutta sincerità, se c’è un bug critico da sistemare, è molto facile che venga risolto molto più in fretta sulla sua suite di quanto Microsoft farebbe su Office.

Quindi, se qualcuno avesse avuto dei dubbi, non temete! Scaricate con tranquillità e iniziate a lavorare, divertirvi, svagarvi e produrre… senza spendere un euro!

By Giorgio Perillo

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...
Giorgio Perillo - Giornalista & Digital Marketerhttps://www.menteinformatica.it/
Giornalista pubblicista. Laurea in Giurisprudenza e Master in Comunicazione e Lobbying nelle Relazioni Internazionali. WordPress Specialist, SEO Expert e Digital Marketing Consultant. Fondatore di Mente Informatica.

Il Menu Start di Windows 10 non si apre o non funziona? Ecco le 4 soluzioni migliori

Molti utenti che hanno effettuato l'upgrade al nuovo sistema operativo di Microsoft stanno riscontrando un problema sicuramente molto fastidioso. Da molto tempo, ormai, un bug affligge il menu start di Windows 10 che non si apre in nessuna maniera e non risponde neanche ai comandi della tastiera.Se poi ci aggiungiamo...

Film in streaming GRATIS – HD – ITA | Ecco la lista dei migliori siti web della rete!

Se ti stai domandando quali siano i migliori siti dove poter vedere film in streaming in altissima definizione e in italiano allora sei atterrato sulla pagina giusta!Molto spesso la TV non trasmette film di qualità o, nel migliore dei casi, bisogna abbonarsi a servizi a...

Vedere film online GRATIS e in HD: lista dei migliori servizi web per uno streaming LEGALE

In questo articolo ti propongo una lista dei migliori siti di film in streaming gratis, in italiano e in HD (alta definizione). La cosa più importante? Puoi vedere film, serie TV e Telefilm gratis, ma soprattutto in modo legale.Guardare film in streaming (e serie TV) gratuitamente...

Da non perdere

Scegli le migliori chiavette USB in commercio: le più affidabili e con il miglior rapporto qualità-prezzo

Lo scopo di questa classifica è di selezionare per te la migliore chiavetta USB 3.0 che ti soddisfi maggiormente...

Le 3 migliori (e più economiche) alternative agli auricolari AirPods di Apple

Perchè dovresti cercare delle cuffie alternative agli auricolari AirPods di Apple? Andiamo con ordine. Da quando nel...

Classifica dei 9 migliori tablet in commercio: guida all’acquisto in base al budget

Il mercato dei tablet si è arrestato molto nell’ultimo anno, ma, recentemente, sono stati comunque lanciati alcuni...

I migliori 20 caricabatterie portatili perfetti per smartphone, tablet e laptop

Diciamoci la verità, chi non desidera migliorare la durata della batteria del proprio smartphone o tablet? Finchè...

Potrebbe interessarti anche:
Dalla stessa categoria

Potrebbe interessarti anche:
Dalla stessa categoria