Oggi parliamo del dispositivo con cui vieni in contatto tutti i giorni: il mouse. Quando dobbiamo scegliere il miglior mouse in commercio, ci stiamo riferendo ad un prodotto che deve rispecchiare determinate caratteristiche. Oltre a coniugare esigenze diverse.

Ho già parlato, in un recente articolo, dei migliori accessori per smartphone Android ed iOS. Se non l’hai ancora letto ti consiglio di dare un’occhiata perchè i prezzi, per ora, sono davvero convenienti! Ah forse ti interessano anche i migliori auricolari disponibili su Amazon in base al più conveniente rapporto qualità/prezzo. Ma ora concentriamoci sulla scelta del miglior mouse in circolazione.

Tastiera e mouse sono gli strumenti che utilizzi più spesso in assoluto sul tuo PC o Mac. Inoltre sono costantemente messi alla prova e “stressati” da un uso continuo. Anche le diverse stagioni dell’anno, quindi l’alternarsi delle temperature, possono avere effetti su entrambi i dispositivi.

Andoer Ultra-Slim Mini 2.4G senza fili Optical USB Mouse 1600 DPI , Mouse ottico, 3 tasti, dpi + scroll, colore: Nero
EUR 7,46

 

Il miglior mouse cambia in base alle esigenze

L’utilizzo, infatti, cambia radicalmente a seconda delle esigenze personali. Alcuni utenti preferiscono un mouse molto resistenze e ricco di funzioni se utilizzano il PC soprattutto per il gaming. Altri hanno bisogno di un mouse ergonomico, morbido e molto preciso per lavorare su progetti grafici e di design. L’utente medio, invece, potrebbe considerare il miglior mouse possibile quello che presenta un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Quindi, è necessario capire cosa distingue un modello dall’altro quando si va a fare shopping per acquistare un nuovo modello.

 

Miglior mouse: le diverse tipologie

Nel corso del tempo il concetto di mouse si è evoluto per adattarsi ad usi diversi. Il più comune è il mouse tradizionale, progettato per l’utilizzo con un PC desktop o laptop su scrivania o tavolo. A parte i classici pulsanti destro e sinistro, un’altra caratteristica comune a tutti i moderni mouse è la rotella di scorrimento. In alcuni modelli sono presenti anche i pulsanti laterali per il pollice. Questi possono essere personalizzati per funzioni aggiuntive come la navigazione avanti ed indietro nel browser Web.

miglior mouse

I mouse da viaggio, invece, offrono buona parte di queste stesse caratteristiche, ma sono disponibili in una dimensione più ridotta. Sono progettati per adattarsi facilmente alla tasca di una borsa o addirittura a quella di un jeans. Per questo stesso motivo, però, questi dispositivi tendono ad essere troppo piccoli per la maggior parte delle mani. Sono ottimi per un breve utilizzo, ma diventano scomodi quando si lavora per lunghi periodi.

In generale, il miglior mouse da viaggio è wireless ed alimentato a batteria. Altri modelli, invece, si collegano al portatile grazie ad un semplice cavo USB che funge anche da alimentatore.

 

Il miglior mouse per il gaming: caratteristiche

Probabilmente preferisci utilizzare il PC o il Mac per rilassarti con qualche gioco. In questo caso il miglior mouse per il gaming deve possedere tutte le caratteristiche di base di un mouse standard, ma amplificate al massimo. A seconda dello stile di gioco cui il mouse è destinato (MMORPG, sparatutto in prima persona, strategia in tempo reale), avrai bisogno di una serie di funzioni particolari.

Il miglior mouse per il gaming non può non possedere alcune caratteristiche come: una combinazione di sensori al laser ad alte prestazioni, pulsanti dotati di luci diverse, connettori USB placcati in oro, peso regolabile, comandi macro programmabili e possibilità di cambiare in tempo reale la commutazione dpi. Per i non-giocatori, queste caratteristiche sono eccessive. Per i giocatori seri, invece, offrono un vantaggio competitivo veramente incredibile.

 

Il mouse ergonomico: di cosa si tratta?

Il design ergonomico riesce nell’arduo compito di inserire tutte le funzioni standard in una struttura che lascia la mano in una posizione neutrale.

La maggior parte dei migliori mouse, infatti, sono progettati per ridurre le sollecitazioni al tunnel carpale. Quindi evitano le lesioni da sforzo ripetitivo. A prima vista i mouse ergonomici possono sembrare insoliti. Infatti all’inizio potresti aver bisogno di un po’ di pratica per abituarti, ma i risultati saranno eccezionali per il benessere di braccia e polso.

 

Miglior mouse: le diverse connessioni

Il modo più semplice per collegare un mouse al PC avviene attraverso una connessione USB cablata. I mouse per computer sono di solito dei dispositivi plug-and-play, quindi sono operativi da subito, senza la necessità di installare alcun software aggiuntivo (con l’eccezione di alcuni mouse da gaming). Il che significa che l’unica operazione da fare è collegare il cavo all’apposita presa USB.

A differenza dei mouse wireless, quelli con il cavetto USB sfrutteranno il collegamento anche come alimentatore, quindi non ci sono batterie di cui preoccuparsi. Tra l’altro il miglior mouse, a mio parere, è quello connesso tramite cavo USB perchè non presenta problemi di lag e altri disturbi nella connessione che invece potrebbero presentarsi nei modelli wireless.

 

Il vantaggio di un mouse wireless

Ma come dicevo prima tutto dipende dall’esigenza personale. Se preferisci avere più libertà e meno cavi sulla scrivania, allora la soluzione migliore è procurarsi un mouse wireless. A differenza dei dispositivi con connessione cablata, i mouse wireless trasmettono i dati al PC attraverso due strumenti: o un collegamento RF collegato ad un ricevitore USB oppure sfruttando una connessione Bluetooth.

miglior mouse wirelessEntrambi hanno i loro pro e contro, ma se si vuole ridurre il numero di cavi sulla scrivania e ottenere la flessibilità necessaria per utilizzare il mouse senza ostacoli, o anche dall’altra parte della stanza, la soluzione wireless è la strada giusta da percorrere.

La maggior parte dei mouse senza cavi si collegano al PC tramite le stesse frequenze wireless a 2,4 GHz utilizzate per il Wi-Fi ed i telefoni cordless. Per rendere operativo il collegamento, basta utilizzare una piccolissima penna USB (compresa nel prezzo di ogni mouse wireless) da collegare al PC. E non dovrai fare altro. Le aziende di norma utilizzano connessioni come queste perché permettono una durata ottimale della batteria.

Queste piccole chiavette USB forniscono anche la connessione a più di un dispositivo, il che significa che è possibile utilizzare un singolo adattatore sia per il mouse wireless che per la tastiera (wireless), partendo dal presupposto che entrambi siano della stessa marca.

Se ti interessa una buona tastiera wireless ti consiglio: 

Miglior mouse bluetooth

Per la connessione al proprio portatile, invece, è preferibile utilizzare un mouse bluetooth. Per condizioni normali, una buona connessione Bluetooth ti dà circa 2 metri di copertura wireless, ma bisogna verificare le caratteristiche di ogni dispositivo. Le nuove tecnologie, come i sensori di movimento legati alla potenza e alla gestione delle connessioni migliorano la durata della batteria sui dispositivi Bluetooth meno recenti, che consumano costantemente energia e si esauriscono in fretta.

Infine vorrei consigliarti alcuni gadget veramente utili e simpatici per il tuo PC! Tra questi ti segnalo anche un utilissimo tappetino per il mouse che ha il vantaggio di essere rialzato nella parte inferiore. In pratica la zona dove il polso tocca il tappetino è imbottita di gel ha una forma particolare e comoda, realizzata appositamente per non stressare il polso durante l’utilizzo del mouse. Un ottimo acquisto ad un prezzo davvero conveniente!

Di Giorgio Perillo

Scopri il miglior mouse del 2016 per il tuo PC: ecco la classifica
5 (100%) 7 votes
CONDIVIDI
Giorgio Perillo
Giornalista pubblicista. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Federico II di Napoli. WordPress Specialist e SEO Junior. CEO di MenteInformatica.it