Il gioco d’azzardo è sempre stato uno dei passatempo preferiti dall’umanità, sia dai suoi albori. Non tutti sanno che il lancio dei dadi, che rappresenta la più antica forma di gambling, veniva praticato addirittura 5000 anni prima della venuta di Cristo, come mezzo per interpellare il volere divino.

Molte popolazioni antiche fecero uso dei dadi a scopo religioso, ad esempio gli Egizi, i Sumeri, i Babilonesi e gli Assiri. Successivamente, la connotazione religiosa lasciò spazio a quella ricreativa, dando vita al gioco d’azzardo come lo conosciamo noi, ma in forma primordiale.

Abbiamo testimonianze delle prime forme di gioco nell’Antica Roma, quando i romani scommettevano i sesterzi sui combattimenti dei gladiatori nelle arene, sulle corse delle bighe e su tutte le attività che comportavano un guadagno. Ma i giochi generavano dei disordini già all’epoca, con risse e scorribande che minavano l’ordine pubblico al punto da proibire suddette pratiche ricreative.

Più il là, verso gli inizi del XVII secolo, la passione per il gioco veniva coltivata all’interno di appositi locali riservati, posti lontano dai luoghi di culto e dalle zone più affollate delle città. Suddetti luoghi venivano chiamati Baratterie e gli affari legati alle giocate erano gestiti dai Barattieri.

Un periodo storico interessato da una grande e diffusa pratica del gioco d’azzardo era il lontano West, in cui si giocava all’interno dei noti Saloon e dove i gambler giocavano sempre con le spalle al muro, impugnando una rivoltella.

Ma il gioco d’azzardo non è stato sempre sinonimo di risse, degrado e criminalità anzi, con l’apertura delle prime case da gioco ufficiali, ad esempio il casinò di Venezia inaugurato nel 1638, il gioco iniziò a diventare controllato, più sicuro e disciplinato da regole ben precise.

Oggi, il grande successo del gioco in Italia è testimoniato dalla grande affluenza degli utenti nostrani sulle piattaforme dei casinò online, messe a punto dagli operatori del settore del gioco.

Questo sta a dimostrare quanto il gambling sia cambiato nel corso del tempo, rivestendo oggi un’importanza strategica anche per l’economia del paese. Ma quali sono le ragioni che spingono gli appassionati del gioco a prediligere il canale virtuale da quello reale?

 

Dai casinò territoriali a quelli virtuali: la trasformazione del settore del gioco in Italia

L’Italia ospita attualmente quattro case da gioco, la più antica, costruita nel 1638, si trova a Venezia, il casinò di Sanremo, quello di Saint-Vincent e il casinò di Campione d’Italia. Al di là del casinò di Venezia, inaugurato nel XVII secolo, le altre case da gioco italiane sono state costruite nel ‘900, con particolari leggi che regolamentavano il gioco d’azzardo in alcune località al confine, scelte proprio in funzione della loro speciale legislazione.

L’ubicazione estrema di questi casinò, ha reso difficile il loro raggiungimento da parte dei giocatori appassionati che risiedono al sud e al centro Italia, contribuendo alla crescita delle utenze online relative al gambling.

Ma i casinò di oggi non sono più i luoghi malfamati di una volta, anzi, possono rappresentare una fonte di ricchezza e di prosperità per un paese, andando a fare molto per le casse dello Stato. Si tratta di strutture in grado di favorire il lavoro, il turismo e l’economia di una nazione, contrastando anche il gioco clandestino, togliendogli liquidità.

In più, i casinò moderni sono luoghi adibiti al mero intrattenimento, in cui i giocatori hanno la possibilità di dedicarsi alla propria passione al riparo dai rischi, in tutta tranquillità.

Infine, è fondamentale ricordare come città importanti come Las Vegas e Monte Carlo abbiano prosperato grazie ai casinò che ospitano e che attraggono ogni giorno numerosi visitatori, trasformando queste strutture in vere e proprie attrazioni turistiche, nonché in risorse preziose per il territorio.

Di recente, il governo italiano sta discutendo circa la possibile apertura di altre quattro case da gioco da costruire in località del centro e del sud Italia, proprio nell’ottica di favorire l’economia di alcune zone della nostra penisola interessate da gravi flessioni economiche.

Mentre la proposta è al vaglio del governo, l’interesse degli italiani per i casinò territoriali sta lentamente scemando, a favore del canale virtuale e dei servizi offerti dal web in relazione al gambling online. Dai dati raccolti emerge un’importante tendenza verso i giochi da casinò online, quali il poker, il blackjack, la roulette e le slot machine.

 

Online gaming: i servizi del web e l’offerta SNAI sul gambling virtuale

Uno dei fattori più vantaggiosi legati all’utilizzo del web per l’intrattenimento personale è la praticità che questo offre: attraverso lo sviluppo di nuove tecnologie, una connettività più potente e al lavoro degli operatori del settore del gioco, le piattaforme che oggi ospitano i casinò online sono molto accessibili a tutti, indipendentemente dal livello di conoscenza del web.

I casinò online funzionano grazie ad un algoritmo speciale che genera delle combinazioni casuali relative ad ogni aspetto di una giocata, dal mescolamento delle carte al vincitore della partita. Il tutto è calcolato in modo casuale dall’algoritmo NRG (Numbers Random Generator), che stabilisce le variabili favorendo sempre il banco.

Dietro ad un casinò online vi è un gestore di gioco, ovvero un bookmaker, che deve essere in possesso delle regolari licenze AAMS rilasciate dai Monopoli dello Stato.

È dunque fondamentale, in termini di sicurezza, verificare sempre la presenza del suddetto sigillo, per evitare di incappare in siti web che offrono un gioco illegale.

Tra i bookmaker presenti sul web, SNAI è uno dei più affermati in Italia, per via della sua offerta molto ampia e variegata. Sul portale di SNAI, l’utente può dilettarsi con i diversi giochi da casinò, proposti dall’operatore anche in versioni diverse: esistono ad esempio le slot virtuali, la roulette live, il black jack, il poker e il poker Texas Hold’em, i giochi virtuali di carte e l’innovazione SNAI per tutti gli amanti del brivido, il casinò live. Si tratta di una speciale modalità di casinò che permette di giocare in diretta streaming con un vero e proprio croupier, sperimentando l’esperienza di un casinò reale comodamente da casa. In più, per info sui casino live offerti dal gestore, si può accedere ad una sezione informativa contenente delle guide per giocare in modo corretto.

Un altro aspetto vantaggioso che contribuisce alla crescita del canale virtuale è la possibilità di beneficiare di particolari sconti, promozioni e bonus, relativi ai vari giochi disponibili.

SNAI ad esempio, propone regolarmente dei bonus, applicabili sia ad alcune giocate, sia al deposito generato dalla prima iscrizione al portale. In questo modo, l’utente può aumentare il proprio ritorno economico generato dalla vincita, oppure ottenere un notevole risparmio sui vari giochi.

In termini di tutela, sebbene il web sia oggi più sicuro rispetto al passato, non è però immune dagli eventuali attacchi. Per garantirsi un livello di sicurezza che permetta di giocare in serenità, occorre individuare un bookmaker di fiducia che esponga il sigillo di legalità AAMS sul proprio sito web e che garantisca degli standard molto elevati di sicurezza nelle transazioni e nella protezione dei dati personali.

Il settore del gaming online è molto più sicuro oggi di quanto non lo fosse in passato; tuttavia, al di là degli innovativi sistemi di salvaguardia esistenti, la migliore tutela deriva da una scelta attenta ed intelligente dell’operatore al quale ci si rivolge.

Scegliendo un bookmaker come SNAI, dotato di tutte le licenze previste dalla legge italiana, si avranno maggiori garanzie di tutela, sotto diversi aspetti: i giochi presenteranno la stessa probabilità di vincita per tutti i giocatori, la privacy degli utenti rimarrà sempre inviolata e le transazioni effettuate verranno protette da moderni sistemi di codifica.

Il boom dei giochi online in Italia: spopola il gaming virtuale
4 (80%) 1 vote
CONDIVIDI
Giorgio Perillo
Giornalista pubblicista. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Federico II di Napoli. WordPress Specialist e SEO Junior. CEO di MenteInformatica.it