Il mondo della stampa come l’abbiamo conosciuto fino ad oggi probabilmente verrà sconvolto nei prossimi anni.

E’ già in atto infatti una trasformazione del concetto di stampa e piano piano arriverà sotto gli occhi di tutti. Spesso si parla di stampa pensando alla classica macchina, che utilizzando inchiostro o toner, riesca ad imprimere su dei supporti cartacei un’immagine o un documento.

 

 

L’avvento delle stampanti 3D

Non si pensa ancora invece che la stampa può essere anche tridimensionale grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie ed in particolare allo sbarco sul mercato delle stampanti 3D: stampanti che nulla c’entrano con le classiche presenti nelle nostre case, ma che partendo da una programmazione in Autocad (poi rilavorata tramite appositi programmi) permette di dare vita ai nostri progetti.

stampante 3d

Custodie del telefono, pezzi di ricambio per la casa, l’auto o bulloneria e attrezzatura non saranno più un problema e questo porterà ovviamente ad una modifica del mercato nel suo complesso.

Probabilmente chi ne risentirà di più saranno i classici negozianti, in quanto tutti gli oggetti realizzabili tramite la stampante non verranno più acquistati, ma creati autonomamente nel nostro angolo di casa.

 

Perché le stampanti 3D non sono alla portata di tutti

Le uniche problematiche che non hanno ancora permesso lo sbarco al grande pubblico di questo settore sono principalmente tre:

  • Il montaggio iniziale della macchina non è ancora alla portata di tutti, occorre avere un bel po’ di pazienza e conoscenza dell’utilizzo dei materiali, soprattutto per la prima calibratura.
  • La difficoltà di reperire o creare progetti in Autocad: se non si è specializzati nel programma rimane difficile creare un progetto che poi una volta stampato sia utile allo scopo per cui viene creato.
  • La difficile reperibilità di buoni filamenti, le vecchie cartucce per intenderci come rapporto, che permettano di avere poi un prodotto valido ed efficiente.

 

Attenzione, non parliamo di ostacoli insormontabili, ma di tutte le piccole problematiche che nella nascita e crescita di un settore rivoluzionario come questo, sono naturali e biologiche.

Ben presto queste problematiche saranno solo un lontano ricordo e grazie alla realtà virtuale, potremmo tranquillamente dare vita ad un semplice disegno di nostro figlio solo con l’utilizzo di occhiali, dita e stampante 3D.

Sogni? Fantasie? Assolutamente no… presto tutto questo sarà sulle nostre scrivanie.

 

 

Un piccolo passo indietro…

cartucce stampantePer ora (ma anche in futuro in quanto le due cose non sono antitetiche ma complementari), continuiamo ad utilizzare nel miglior modo e con il miglior rapporto risparmio/qualità le nostre care vecchie stampanti caricate con cartucce o toner classici. E per risparmiare un po’ potremmo acquistare cartucce compatibili online.

Oggi sono molti i siti specializzati nella vendita di cartucce e toner compatibile, tra i quali possiamo citare www.cartuccianoproblem.com, e www.cartuccecompatibili.com che da anni forniscono prodotti di qualità e ottimi servizi all’utente.

Cartucce e toner compatibili: Come risparmiare senza compromettere la qualità di stampa
4.86 (97.14%) 7 votes
CONDIVIDI
Giorgio Perillo
Giornalista pubblicista. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Federico II di Napoli. WordPress Specialist e SEO Junior. CEO di MenteInformatica.it